noiisola

Just another WordPress.com site

Audizione in merito alle problematiche finanziarie concernenti il riordino della gestione integrata dei rifiuti. (CONGIUNTA CON II COMMISSIONE)

Seduta n. 206 del
10.07.12 XV
Legislatura
 
 
Il PRESIDENTE, dichiarati aperti i lavori, in considerazione   dell'audizione all'ordine del giorno, congiunta  con  la  IV  Commissione, dà la parola all'on. Mancuso, presidente  della       IV Commissione.
 
L'on.   MANCUSO,   presidente  della  IV  Commissione,   nel   ringraziare gli intervenuti, illustra preliminarmente alcuni  profili in tema di riscossione del tributo locale in materia di  rifiuti,  richiamando in particolare il recente  decreto  del  Ministero  dell'economia e  delle  finanze,  datato  25  giugno 2012, con cui si sono stabilite modalità con le quali   i  crediti  non  prescritti, certi,  liquidi  ed  esigibili,    maturati nei confronti delle Regioni e degli enti locali per    somministrazione,  forniture  e  appalti,   possono   essere    portati in compensazione, per il pagamento totale o parziale    delle somme dovute per tributi regionale e locali
 
Si  sofferma, in proposito, sulla modalità attuativa di  cui   al comma 2 del richiamato decreto (pubblicato nella GURI del2  luglio  2012),  cioè l'acquisizione della  certificazione   prevista dall'art. 9, comma 3 bis, del decreto legge 185 del  2008 (come convertito con modificazioni dalla legge n. 2 del 2009).
 
Ciò  premesso, informa che a sua firma, congiunta con quella     del  presidente  SAVONA, è stato presentato  un  emendamento che,  all'art.  1,  in tema di continuità e  regolarità  nel  ciclo  integrato  dei  rifiuti  e  smobilizzo  dei  crediti,      prevede che, con riguardo ai debiti delle società d'ambito      dei   consorzi,  maturati  fino  al  31  dicembre  2012  nei  confronti   dei  terzi  creditori,  l'IRFIS   FinSicilia   è  autorizzata  a  rilasciare apposita garanzia fidejussoria  a      copertura dei rischi derivanti dalle anticipazioni,  secondo le modalità meglio descritte dal medesimo articolo 1.
 
Si  sofferma,  altresì, sui contenuti dell'art.  2,  recante norme sui trasferimenti relativi al tributo speciale per  il    deposito in discarica, richiamando infine le disposizioni di  cui  ai  commi  35  e  45  del D.L.  201  del  2011  che  ha introdotto,  con  decorrenza  dal  2013,  il  nuovo  tributo comunale su rifiuti e servizi (Tares).
 
Il dott.  EMANUELE,  dirigente  generale  IRFIS  FinSicilia, illustra in dettaglio  il  meccanismo  compensativo  di  cui all’emendamento in questione.
          
Il   Ragioniere  generale  della  Regione,  prof.   BOSSONE,     assicura  che  gli  Uffici avranno cura  di  approfondire  i   tecnicismi del meccanismo descritto.
 
Il  dott.  AVANTI,  presidente  URPS,  nel  condividere   lo smobilizzo dei crediti a vantaggio  delle  imprese,  esprime riserve  sulla  destinazione  vincolata  delle   somme   che rischiano di essere sottratte ad altre finalità  degli  enti territoriali.
 
Il dott. DI GREGORIO,  vice  segretario  generale  dell’Area legislativa dell’ARS, fornisce delucidazioni  in  proposito, soffermandosi sul riversamento  da  parte  della  Regione  a favore dell’ente territoriale, con il vincolo  di  specifica destinazione nei limiti  delle  somme  dovute  a  titolo  di tributo speciale per il deposito in discarica da  parte  dei gestori delle imprese.
 
L’avv.  SCALA,  presidente ANCI Sicilia, nel  premettere  le criticità  che deriveranno dal prossimo ottobre con  l’avvio delle nuove SRR, Società per la Regolazione del servizio  di gestione  dei  rifiuti, deposita agli  atti  della  presente seduta   memoria   prot.  565/07/12,   avente   ad   oggetto l’audizione in esame.
Nel   condividere   quanto  prospettato  dall’URPS,   chiede chiarimenti  circa  il  regime degli interessi  bancari  sui   piani  di  ammortamento del debito, evidenziando al contempo le  perplessità  che i sindaci dei territori  siano  altresì presenti nei Consigli di Amministrazione delle nuove SRR.
 
Il dott. DELL'AIRA, responsabile del settore agevolazioni. e  fondi regionali dell'IRFIS  FinSicilia,  precisa  la  misura     dell'agevolazione del tasso d'interesse, in ragione  del  60         per cento del tasso applicato alle  operazioni  di  credito,     secondo quanto stabilito dalla legge regionale 32 del  2000,          maggiorato di due punti.
 
          Ritiene  in proposito opportuna una modifica della norma  in   questione,  valutata la diversa composizione  dei  tassi  di   riferimento  odierni rispetto a quelli che hanno prospettato    a suo tempo la richiamata misura agevolativa dal legislatore     pro-tempore.
 
L'on.  MANCUSO auspica che gli organi di vertice di  ANCI  e      URPS possano sollecitare gli enti territoriali rappresentati      al  fine  di  accelerare il varo delle nuove SRR stante  che    ogni  eventuale  ritardo  delle  rispettive  Amministrazioni   costituirà   motivo  di  commissariamento  da  parte   della  Regione.
 
In   relazione   a   quanto   da  ultimo   evidenziato   dal       rappresentante dell'Anci Sicilia, segnatamente ai membri del     Consiglio  di Amministrazione delle nuove SRR, assicura  che    proporrà    emendamento   in   tal   senso,   da   rimettere     all'apprezzamento dell'Aula.
 
Il dott. AVANTI, presidente URPS, lamenta che, al  pari  del   modello degli ATO, rischia oggettivamente di  riproporsi  il     limite derivante dall'assenza dei pur necessari investimenti  che presiedono a ogni gestione del processo industriale qual   h quello dei rifiuti.
 
La   dr.ssa  BULLARA,  capo  di  gabinetto  dell'Assessorato         regionale  energia  e  servizi  di  pubblica  utilità,   nel    rammentare il cronoprogramma delle attività che precedono il concreto  avvio  delle SRR, si sofferma  analogamente  sulla necessità che gli enti territoriali adottino tempestivamente     i conseguenti provvedimenti per non incorrere nel  relativo commissariamento.
 
A  tal  proposito, evidenzia che presso l'Assessorato  si  è  costituita apposita task-force in assistenza ai Comuni e che    sul  sito  web istituzionale potranno ricavarsi le soluzioni   alle più frequenti problematiche poste dalle Amministrazioni   locali.
 
 Sul  fronte dell'impiantistica di cui sarà dotato ogni  sub-ambito,  assicura che ciascun territorio avrà a disposizione   adeguate   attrezzature  per  accedere  agli   impianti   di     compostaggio più prossimi.
 
L'on. PUMILIA, in rappresentanza dell'ANCI Sicilia, assicura    l'assoluta collaborazione istituzionale degli attori  locali  rappresentati,   nel  prioritario  interesse   pubblico   di      garantire   l'igiene  e  salubrità  dei  territori   ed   il   superamento delle criticità finanziarie del modello attuale.
 
Il  dott.  GUARINO,  dirigente  dell'Assessorato   regionale     energia e servizi di  pubblica  utilità,  ribadisce  che  la    ratio del legislatore  regionale  della  riforma  ha  inteso chiaramente attribuire il modello di  gestione  dei  rifiuti alle nuove SRR.
 
Il  PRESIDENTE,  nel  giudicare  positivamente  i  contenuti  emersi  nel  corso 
dell'audizione, assicura che  gli  stessi  formeranno  oggetto  di  ulteriore approfondimento  in  sede    legislativa   per   il   contestuale   apprezzamento   degli   emendamenti.
 
          Dichiara, pertanto, chiusa la seduta.
 
          La seduta è tolta alle ore 13.45.


Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: