noiisola

Just another WordPress.com site

Lombardo elenca i business negati I grandi affari “saltati”: immobiliare, sanità, rifiuti…

 

Lombardo elenca i business negati

I grandi affari “saltati”: immobiliare, sanità, rifiuti…

19 luglio 2012 – 10:44 – Politica
rigassificatore

È passato inosservato un momento cruciale della conferenza stampa di Raffaele Lombardo, la polemica con Pierfedinando Casini, che ha accusato il governatore di servirsi dell’autonomismo per mantenere privilegi e di avere trasformato il suo governo in un “nominificio”.

 

Lombardo ha invitato il leader dell’Udc ad un confronto pubblico, “Palermo o Bologna, indifferentemente”. Un appuntamento all’Ok Coral, come nei film western o qualcosa di più terragno e vicino alla realtà?

La seconda ipotesi è sicuramente la migliore, perché nell’invitare Casini al confronto pubblico, Lombardo ha ricordato che il suo governo è succeduto “al regno incontrastato” dell’Udc, ben sette anni su dieci.  “Nel confronto”, ha detto il governatore, “potrei andare nel dettaglio di tutto ciò che ho trovato”.

Di che si tratta l’ha subito dopo accennato. Accanto alle notissime vicende dei termovalorizzatori – un affare da cinque miliardi iniziali, venti nel giro di pochi anni – il governatore ha riferito di questioni sensibili, come il piano rifiuti, la sanità, la formazione, la società immobiliare, Sicilacque, rigassificatori ed eolico.

Ognuno di questi argomenti, pareva di capire, avrebbe meritato grande attenzione. Mezze parole, avvertimenti? Non proprio, perché sul piano rifiuti della Regione siciliana, approvato dal governo Monti (ma in stand by durante il governo Berlusconi, favorevole ai termovalorizzatori), Raffaele Lombardo, gli assessori Pier Carmelo Russo e Marino (ex prefetto), hanno consegnato un delicato dossier alla Procura della Repubblica di Palermo un anno fa circa, attualmente al vaglio degli organi inquirenti.

Il nuovo piano rifiuti privilegia gli impianti di compostaggio, “a danno dei termovalorizzatori e delle discariche”, che fanno intascare un sacco di quattrini a molta gente, ha sottolineato Lombardo.

Interessi lobbistici, protesta il governatore, avrebbero ispirato campagne mediatiche che l’avrebbero “condannato a morte”, politicamente, da un anno e mezzo a questa parte, impedendogli di governare nel pieno delle prerogative la Regione.

La formazione, secondo Lombardo, assomigliava ad un rubinetto aperto, che consumava risorse senza limiti, affidandosi ai rendiconti di fine d’anno, sprovvisti di un calcolo preventivo dei servizi e della spesa. Avere cancellato questa consuetudine, ha detto Lombardo, è stato come mettere le mani in tasca di molti privilegiati.

Poi c’è la sanità, dove – a detta di Lombardo – le convenzioni sono state riproposte con un taglio del cinquanta per cento della spesa. Anche in questo caso, facendo arrabbiare coloro che potevano contare su spropositate risorse pubbliche.

Società immobiliare, Sicilacque, rigassificatori ed eoliche, hanno meritato solo un cenno, ma dal tono e dalle parole scelte da Lombardo nel citarne la rilevanza, si tratta di temi sensibili che potrebbero essere affrontati dal presidente della Regione.

Di essi non siamo in grado di dare ragguagli. La società immobiliare della Regione, questo possiamo segnalarlo, avrebbe dovuto gestire immobili trasferiti alla proprietà pubblico-privata ed affittati poi alla stessa Regione, dopo la vendita. Un affarone, sulla carta. Si è arenato, e se ne sa poco o niente.

Quanto a rigassificatori ed eolico, Lombardo li ha richiamati, per ricordare le poche circostanze in cui l’attuale vice presidente di Confindustria, Ivan Lo Bello, avrebbe proposto o segnalato questioni di rilievo. Sui rigassificatori il governatore ha ricordato la necessità di verifiche di sicurezza, sull’eolico, la necessità di vederci chiaro perché il settore sarebbe infestato da malandrini, oltre che da imprenditori per bene e efficienti.

http://www.siciliainformazioni.com/sicilia-informazioni/16700/i-grandi-affari-saltati-immobiliare-formazione-sanita-rifiuti

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: